Genova città delle biciclette!

Dal 19 al 22 maggio molti eventi dedicati alla bici con l’arrivo del Giro d’Italia

Arriva il Giro e Genova diventa la città delle biciclette, come in questo bel racconto del nostro cicloriparatore Andrea Viola: https://squadernauti.wordpress.com/2022/05/09/la-citta-delle-bici/

Con l’arrivo a Genova della 12^ tappa del Giro d’Italia giovedì 19 maggio FIAB Genova, con la collaborazione del gruppo Facebook #genovaciclabile, organizza diverse iniziative di contorno volte alla celebrazione della kermesse sportiva molto amata dagli italiani. Il Giro, infatti, oltre il fatto puramente sportivo, genera grande entusiasmo nei confronti dell’intero mondo ciclistico. Tra l’altro, contribuisce a migliorare l’attenzione verso coloro che si servono della bicicletta, non per agonismo, ma come mezzo di trasporto quotidiano.

Quattro sono gli eventi organizzati per il 19 maggio, tutti ad accesso libero e gratuito. Abbiamo due pedalate per andare a vedere passare i corridori dal Valico di Trensasco, inserito nel Gran Premio della Montagna e precisamente:

Per tutti i tipi di bici in partenza alle 14 da Piazza De Ferrari per raggiungere la Val Bisagno e salire a Pino Soprano raggiungendo il valico con viabilità minore. Il tutto con un percorso di circa 13 km.

Per mountain bike e gravel in partenza alle 15 dal capolinea del Righi della funicolare dove si raggiungerà lo sterrato che porta al valico con un percorso di circa 6 km.

Per chi non si può allontanare dalla città il gruppo #genovaciclabile ha dato invece un appuntamento urbano alle 16 in p.zza Rossetti per poi posizionarsi su Viale Brigate Partigiane per assistere al passaggio dei corridori in prossimità dell’arrivo. I partecipanti che ne sono in possesso sono invitati ad indossare la maglietta di #genovaciclabile.

All’arrivo della tappa, a partire dalle 17,30 a Palazzo Ducale – piano terra – sala Liguria Spazio Aperto, tutti potranno visitare la mostra “Storie di gregari e di campioni” organizzata da Fondazione 100 Fiori, FIAB, Cicloriparo, e Circolo degli Artisti. La mostra prende il ciclismo come pretesto per narrare con racconti e con dipinti, situazioni di impegno, di competizioni, di talenti, di sfide, di atti di umanità, nello scorrere delle nostre esperienze umane. In particolare vi saranno presentate opere di Angelo Elio Barabino, Albert Barreda, “JOTAF” Felix Diaz, Giacomo Lusso, Aldo Pagliaro, Arturo Santillo, Beppe Schiavetta, Carlo Sipsz e Bruno Volpez. La mostra sarà presente al Ducale fino a domenica 29 maggio con gli orari 10-12 / 17-19.

Gli appuntamenti con la bici ritornano nel week end. Con una trasferta ad Albisola Superiore sabato 21 maggio verranno inaugurate le corsie ciclabili tracciate da Comune e Provincia con la consulenza di FIAB lungo la strada provinciale n. 2 che da Luceto porta ad Ellera, tra le prime in Italia su strada extraurbana.

Ecco il programma:

Appuntamento alle ore 9:30 nella frazione di Luceto, piazzale antistante CRCS.
Partenza percorso in bici in gruppo percorrendo le corsie ciclabili che dalla frazione raggiungono il borgo di Ellera. Percorso di andata di circa 5 km e 90 m di dislivello positivo.
Arrivo a Ellera alle ore 10:00 circa.
Visita guidata alle ceramiche artistiche, illustrazione della rete escursionistica locale e visita guidata alla chiesa di S. Maria Maddalena.
Termine manifestazione alle ore 11:30.

Tornati a Genova, alle ore 18 presso il Cicloriparo in Vico degli Eroi (Giardini Luzzati), Davide Ghelli, fresco reduce dell’Italy Divide, 1.250 km e più di 22mila metri di dislivello da fare in bici gravel senza alcuna assistenza, verrà a raccontarci la sua avventura.

Domenica 22 maggio avremo il gran finale con Bimbimbici, la manifestazione nazionale di FIAB per promuovere la mobilità attiva e diffondere l’uso della bicicletta tra i giovani e giovanissimi che si svolge tutti gli anni a maggio. Il programma genovese, con il patrocinio del Comune di Genova, prevede:

Ore 9,00 appuntamento presso Piazza Tommaseo dal monumento e registrazione dei bambini in bici per copertura assicurativa (2 €) e distribuzione dei gadget. E’ gradita la partecipazione anche dei genitori in bici.

Ore 9,30 partenza in bici scortati dalla Polizia Locale, con questo percorso: Piazza Tommaseo – Corso Buenos Aires – Via Cadorna (sosta per raggrupparsi) – Via XX Settembre – Piazza De Ferrari (sosta per raggrupparsi) – Piazza Matteotti – Via S. Lorenzo – Porto Antico (giochi Calata Marinetta).

Ore 11,00 circa arrivo e possibilità di partecipare agli eventi della Festa dello Sport, tra cui le prove in MTB della ASD Deep Bike.

Tutti i km percorsi in bici a queste manifestazioni per gli iscritti al #girodizena concorreranno alla formazione della classifica finale. Per partecipare al #girodizena visitare la pagina https://adbgenova.it/it/homepage/ciclismo-urbano/girodizena

Vi racconto l’Italy Divide – Sabato 21 maggio alle ore 18

Carovane di massaggiatori, meccanici, sponsor, ammiraglie. Niente di tutto ciò.
Sapete che c’è ancora chi corre in giro per l’Italia come al tempo dei primi Giri d’Italia? Chi affronta chilometri e chilometri di giorno e di notte, nello sterrato e nel fango, contando proprio sulla propria bici e sulle proprie gambe. Prendete ad esempio quelli dell’Italy Divide, il più importante evento di bikepacking al mondo.

Si tratta di un percorso di 1.250 km e più di 22mila metri di dislivello da fare in bici gravel senza alcuna assistenza. Può succederti di tutto: dal cervo che ti attraversa la strada in Toscana allo stallonamento di un copertone: devi arrangiarti come puoi.
Sabato 21 maggio alle 18 Davide Ghelli, alias “Dutch Pineapple” fresco reduce da questa impresa, verrà a raccontarci la sua avventura. Non mancate, il ciclimo di una volta esiste ancora, sarà uno spasso starlo a sentire!

https://fb.me/e/3UPsiKc32

Presentazione di “Biciclette Partigiane” di Sergio Giuntini, Bolis Edizioni

Martedì 26 aprile 2022 alle 17.30 ai Giardini Luzzati in Piazza Rostagno

Diciannove storie che raccontano dell’indissolubile connubio tra ciclismo e Resistenza: da Giovanni Pesce, leggendario capo dei Gap milanesi, alle staffette partigiane, dalla partecipazione alle lotte di Liberazione di Alfredo Martini e Luciano Pezzi, che, da direttori sportivi, scriveranno negli anni a venire la storia del ciclismo nazionale, a ciclisti meno noti sopravvissuti alle stragi nazifascisti o ai lager tedeschi. E poi ancora Vito Ortelli e Toni Bevilacqua, Gianni Brera e Cino Moscatelli e tanti altri.

Con gli strumenti dello storico e il passo del narratore, Sergio Giuntini riunisce in questo volume venti storie di ciclismo e Resistenza, alternando vicende di nomi conosciuti – da Luigi Ganna ad Alfredo Martini ad Albert Bourlon – a fatti e figure meno noti della storia della guerra civile su due ruote.

Appuntamento martedì 26 aprile 2022 alle 17.30 ai Giardini Luzzati in Piazza Rostagno.

Evento Facebook: https://fb.me/e/4qgLFJuFB

CicloAsta del Cicloriparo!

Ecco le bici rimaste nella CicloAsta! Sceglietene una, fate un’offerta, venite a vederla e se va bene ve le portate via. (Ogni bici ha un’offerta minima per la copertura delle spese, il nostro lavoro è volontario e gratis).

Potere fare l’offerta su su Facebook, Instagram o su cicloriparo@yahoo.it

Vi aspettiamo in vico chiuso degli Eroi a Genova vicino ai Giardini Luzzati

Kona – Mtb
Rocciosa – Mtb (altezza max 1,65m)
Bonita Rossa – tipo Graziella
Hello Kitty – bimba (h120-140 cm)
Hyper Hero (2) – bimbo 4,5-6 anni
Tweety – bimba 4,5-6 anni
Frozen – bimba 4-5 anni

Quattro idee per non farsi rubare la bici

Sabato 13 novembre 2021 al Cicloriparo in vico chiuso degli eroi 3-5 a Genova
Ci sono sempre più bici a Genova. E sempre più furti, purtroppo. Ecco una “pillola” del Cicloriparo dedicata a come non farsi rubare la bici. Magari sono cose che sapete già (vediamo: conoscete l'”Antifurbo?) in ogni caso fa bene farle conoscere a tutti!
Nel frattempo, cicloriparazioni di rito.
https://www.facebook.com/

Presentazione di “Elogio del gregario” di Marco Pastonesi. Lunedì 17/5, ore 18, Giardini Luzzati

Lunedì 17 maggio 2021, ore 18 ai Giardini Luzzati ci sarà la presentazione di “Elogio del gregario” di Marco Pastonesi.

Con Marco Pastonesi, giornalista sportivo, a lungo corrispondente della Gazzetta dello Sport, ci racconterà di ciclismo, di Giro, di Tour de France, ma non solo dei campioni, anche e soprattutto dei gregari, i ciclisti che faticano per farli vincere. Alle loro storie è dedicato l’ultimo libro di Pastonesi: “Elogio del gregario”, Battaglia Editore.

I gregari sono i ciclisti che al Giro d’Italia o al Tour de France viaggiano carichi di borracce per distribuirle a tutta la squadra. Oppure quelli che si mettono in testa al gruppo per raggiungere una fuga pericolosa. Insomma, i soldati semplici, i proletari, gli operai del pedale.

Per una volta, non parleremo (solo) dei campioni, ma di chi li aiuta a vincere: da Negrini a Succi, da Partesotti a Grazioli, da Carrea a Cadamuro e poi Bruseghin, Da Dalto e molti altri: gente la cui fatica ha scritto o aiutato a scrivere la storia del ciclismo.

La presentazione avverrà in presenza. È necessario iscriversi al form indicato qui sotto per il rispetto delle norme anti-covid19.
Iscrizione obbligatoria al link:
https://forms.gle/ECktc8hPF6wzVDh78

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/905779453311970

Per aggiornamenti e informazioni: pagina Facebook Cicloriparo
Info: cicloriparo@yahoo.it
Cicloriparo, la prima ciclofficina di Genova. Progetto tecnico culturale realizzato da volontari FIAB che hanno in comune l’interesse per l’utilizzo della bicicletta in città e che vogliono promuoverne la diffusione attraverso azioni concrete

Cicloriapro! Il Cicloriparo riapre!

Mercoledì 27 maggio alle ore 17,30, nel rispetto nel rispetto delle norme anti contagio (distanza, mascherina e guanti per i cicloriparatori), riprende l’attività del Cicloriparo FIAB presso i Giardini Luzzati, nel centro storico di Genova.

ll Cicloriparo è una ciclofficina, un progetto culturale per favorire la mobilità sostenibile realizzato con l’aiuto di Fiab Genova. Chiunque voglia imparare ad aggiustare la propria bicicletta potrà recarsi presso i Giardini Luzzati dove i volontari cicloriparatori lo aiuteranno gratuitamente nel suo intento.

Oltre a ciò il Cicloriparo recupera le bici abbandonate nei rifiuti e le rimette in sesto con una doppia valenza ambientale: il riciclo dei rifiuti e la rimessa in strada di mezzi di trasporto ecosostenibili.

A seguito del grande interesse per la mobilità ciclistica che c’è in città, grazie anche ai nuovi percorsi ciclabili in costruzione, Cicloriparo FIAB svolgerà inoltre le funzioni di sportello del ciclista urbano. Chiunque desideri informazioni e consigli sull’uso della bici in città potrà porre le sue domande ai volontari presenti presso Giardini Luzzati. Le domande potranno anche essere poste via mail all’indirizzo della casella di posta appositamente approntata da FIAB Genova: ciclismourbano@adbgenova.it

Cicloriparo FIAB sarà aperto tutti i mercoledì dalle 17.30 alle 19 fino a fine luglio. Per informazioni o prenotazioni sulle cicloriparazioni si può invece scrivere una mail a cicloriparo@yahoo.it

Giovedì 9 maggio 2019: Pedali senza frontiere – In bici per un’Europa unita e solidale

Genova, giovedì 9 maggio alle 18 ospiterà una iniziativa per tutti coloro che amano la bici, la mobilità sostenibile e per chiedere un’Europa più libera, unita e solidale, indipendentemente dallo schieramento politico di appartenenza.

 

Pedali senza frontiere” è pensato per chi utilizza la bici in città per non impattare sulla salute e non pregiudicare la sopravvivenza del pianeta e delle specie che vi vivono e aderisce alla Campagna #stavoltavoto per le prossime elezioni europee. L’evento è organizzato da Massa Critica Genova,  Movimento Federalista Europeo e Cicloriparo.

Sarà una pedalata nei luoghi del centro di Genova per capire di più sulla storia e il senso dell’Unione Europea.

Questo il programma:

Appuntamento alle 18 in Piazza De Ferrari.

– prima tappa in Largo Pertini, sotto i portici dell’Accademia, presso la targa dedicata a Luciano Bolis, tra i più attivi sostenitori degli Stati Uniti d’Europa. Di lui ci parlerà [di lui] Guido Levi, storico, docente della facoltà di scienze politiche dell’Università di Genova

– Da lì si andrà verso il municipio di Palazzo Tursi per la consegna della bandiera #UE e del Manifesto di Ventotene ad Arianna Viscogliosi, assessore con delega alle politiche europee del comune di Genova

– Terza tappa: Via Garibaldi-Alliance Francaise per consegnare al rappresentante di un paese fondatore dell’Ue la bandiera UE e il Manifesto di Ventotene e invitare simbolicamente i governi europei ad affrontare i problemi di oggi (i cambiamenti climatici, le migrazioni e la rivoluzione tecnologica) senza dimenticare il nostro passato e con uno sguardo cosmopolita

– Ristoro alla gelateria Profumo di rosa in via Cairoli dove si potrà gustare lo speciale Eurogelato, una ricetta appositamente pensata per l’occasione

– Il tour prosegue in via Lomellini, dove, davanti alla Casa di Mazzini, lo storico Marco Villa ci parlerà delle idee di Giuseppe Mazzini, altro grande pensatore dell’Unione Europea

– Tappa finale al Porto antico, Piazza delle feste: la libera circolazione di merci e di persone. La verità sulle idee di Kalergi: primo uomo politico a proporre un progetto di Europa Unita nel’900. A cura di Giacomo Revelli.

– aperitivo ai Giardini Luzzati, la piazza dei giovani europei.

L’evento è apartitico e aperto a tutti ciclisti di ogni genere ed età. Chi volesse una bici in prestito può usare il bike sharing o chiedere a Cicloriparo (Cicloriparo@yahoo.it). Chi volesse seguire senza bici può scegliere una delle tappe in programma.

Pedali_senza_frontiere_locEvento Facebook: https://www.facebook.com/events/433596807185663/

 

 

Per aggiornamenti e informazioni: https://cicloriparo.wordpress.com/

Oppure: cicloriparo@yahoo.it

Sabato 23 febbraio 2019. Incontro con Diana Žiliūtė a Palazzo Ducale

Sabato 23 febbraio 2019, dalle ore 17, arriverà Diana Žiliūtė una grande della bicicletta.

Causa indisponibilià di Palazzo Verde, l’incontro si terrà nella Sala gradinata di Informagiovani a Palazzo Ducale a Genova.

Arrivata dal Mar Baltico, dalla Lituania, Diana Žiliūtė si è subito imposta vincendo l’oro ai Mondiali di Agrigento nel 1994 e di Valkenbourg del 1998 e il bronzo a quelli di Verona del 1999. Nel 2002 è anche stata bronzo alle Olimpiadi di Sidney. Lasciate le corse è rimasta nel mondo dell’agonismo come dirigente sportivo della Diadora.

Ci racconterà la sua carriera, le sfide con le avversarie, i suoi trionfi e la sua passione per la bicicletta e per lo sport, capacità che deciso di trasmettere ai giovani, in una dimensione tutta al femminile.

L’evento è in collaborazione con Ligūrijos Lietuvių Bendruomenė – Comunità Lituana della Liguria

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/768873076831700/

Per aggiornamenti e informazioni: https://cicloriparo.wordpress.com/ e Pagina Facebook:  Cicloriparo