Riparando sotto la pioggia

È un sentimento intenso ed una vera emozione riparare sotto la pioggia. Da quando il Cicloriparo è nomade accade che piove. Così domenica 9 giugno ha piovuto. Eccome se ha piovuto. Lo stesso Gene Kelly avrebbe avuto dei problemi.

Sulle prime si è pensato di fare il Cicloriparo all’acquario, proprio dentro le vasche, poi si è preferito andare in piazza Ragazzi, in vico Indoratori, almeno lì c’è un sottoscala che dà un po’ di riparo e quell’atmosfera che fa tanto campeggio.

Sciorinati gli attrezzi, disposto camere d’aria e cavetti abbiamo atteso ed i visitatori non si sono fatti attendere. Il primo è stato Mirco con la sua Giant a cui abbiamo dato recatto ed attenzione registrando entrambi i freni ed allineando i pattini.

Giacomo ed Ivan si sono dedicati con fervore alla messa in strada della bici Eldorado. Un lavoraccio.

Nonostante l’imperversare del temporale sono giunti Franco e due amici di Mirco a farci visita. Quasi un  miracolo.

Abbiamo lasciato la piazza un  po’ prima del previsto. Ivan è volato via tra una goccia e l’altra con la sua Battaglin, mentre Roby, Giacomo, ed io abbiamo condotto la bici Eldorado e l’attrezzatura al Belleville.

In ultimo, ci siamo salutati ed allontanati ognuno verso il proprio lido, spensierati ed allegri con, forse, un motivo in testa che più o meno faceva così: Se piove e pedali per la città, senza nessun pensier e l’acqua nelle scarpe t’entra già, cosa vorresti dir, cosa vorresti far, se senti già le suole far cic ciac.  Scignorïa.

Cicloriparatore 4 con le pinne.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s