Sabato 8 settembre 2018: Storie di bici. Da Nibali a Malabrocca, con Marco Pastonesi

Il Cicloriparo inizia la stagione autunnale con due grandi campioni della bicicletta

Sabato 8 settembre alle 16.30 il Cicloriparo riapre alla grande con tante storie legate al ciclismo e alla bicicletta.
In attesa della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, dal 16 al 22 settembre 2018, con tanti eventi Fiab dedicati alla mobilità in città, a Genova si comincia già a parlare di bicicletta e ciclismo.
A farlo assieme ai volontari del Cicloriparo sarà Marco Pastonesi, giornalista di Gazzetta dello Sport e grande esperto di ciclismo e di storia del ciclismo.
Pastonesi verrà a presentare due suoi libri: “La quinta tappa” (Rizzoli Lizard), scritto con Vincenzo Nibali, e “Spingi me sennò bestemmio” (Ediciclo).

“La quinta tappa” racconta la storia della 5° tappa del Tour de France 2014 nel corso della quale il trentenne Vincenzo Nibali, già vincitore alla Vuelta e al Giro, smette di essere un semplice corridore e diventa un campione: arriverà terzo, ma due settimane dopo, a Parigi, vincerà il Tour de France. Nel libro Nibali e Pastonesi, uno da protagonista l’altro da perfetto cronista ci raccontano le emozioni, i timori, e le tappe dell’impresa. Scheda libro: http://www.rizzolilizard.eu/libri/la-quinta-tappa/

“Spingi me sennò bestemmio” parla invece dell’epopea degli ultimi, quelli che cedono per primi, che non ce la fanno ma in qualche modo arrivano in fondo lo stesso: questo libro è un inno alle maglie nere, un elogio alle lanterne rosse al Tour, un’odissea dei fanalini di coda di ogni sport e della vita.
Scheda libro: https://www.ediciclo.it/libri/dettaglio/spingi-me-senno-bestemmio/

All’evento parteciperà anche Serena Malabrocca, nipote di Luigi Malabrocca, la Maglia Nera per antonomasia del Giro d’Italia e Roberto Lauciello con Giacomo Revelli, che a breve daranno alle stampe un fumetto sulla Maglia Nera. Insieme racconteranno storie, aneddoti e ricordi su quel pezzo di storia del ciclismo e d’Italia.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/2060848277578189/
Per aggiornamenti e informazioni: https://cicloriparo.wordpress.com/
Oppure: cicloriparo@yahoo.it

Advertisements

Auguri dal Cicloriparo! Riapriamo mercoledì 4 gennaio

albero_di_natale_biciclettaE va bene: il Natale quando arriva arriva. Anche al Cicloriparo: Auguri!
Resteremo chiusi per le feste di Natale, riapriremo mercoledì 4 gennaio 2017.

Date gennaio 2017:

  • mercoledì 4 gennaio, h 17.30 – 19
  • mercoledì 11 gennaio, h 17.30 – 19
  • sabato 14 gennaio, h 15 – 19
  • mercoledì 18 gennaio, h 17.30 – 19
  • mercoledì 25 gennaio, h 17.30 – 19
  • sabato 28 gennaio, h 15 – 19

Stiamo preparando delle “pillole” speciali per voi. (Non c’entra l’antidoping!)
Per richieste o domande, scriveteci sulla pagina facebook o su cicloriparo@yahoo.it

Once upon a Tandem

Un piccolo assaggio del racconto di sabato 12/3 al Cicloriparo!

“C’era una volta un tandem…” (oppure anche, in un fortunatissimo gioco di parole: “Una volta, sul tandem…”).
L’idea è molto semplice e proprio per questo estremamente efficace. Probabilmente nata un po’ per sfida e un po’ per passione, ma senza dubbio provocata da un’esigenza che ormai accomuna sempre più giovani al mondo: trovare un modo nuovo e diverso, più etico, più responsabile, più interessante (e, perché no, anche più economico) di viaggiare. Il progetto dei due avventurosi protagonisti è abbastanza chiaro. Girare il mondo in tandem. L’obiettivo (“folle”, come dicono loro stessi): arrivare a intraprendere un coast to coast del Messico basandosi solo sulle forze dei propri pedali. Il resto, ufficialmente, non sono che allenamenti intermedi per prepararsi. Con la scusa, però, i ragazzi hanno già macinato un bel po’ di chilometri e visto qualche bel posticino qui intorno, che certo, non sarà l’America del sud, ma ha di sicuro avuto il suo fascino.

Loro sono due, ma in realtà sono in tre: Francesco, Valentino e il Tandem. Tutto comincia qualche anno fa, un pomeriggio dopo scuola come ne capitano a volte, di quelli in cui non c’è niente di interessante da fare. Annoiati, i due si mettono a navigare su eBay inserendo voci quasi a caso. Passo per passo lungo il tragitto del nonsense, arrivano alla voce tandem. È un colpo di fulmine. È qui che avviene la svolta: spunta fuori un’offerta a Modena. I ragazzi mandano una mail alla venditrice e lo scherzo diventa realtà. In pochi giorni sono già in viaggio per andare a recuperarsi il trabiccolo: primo tandem trip. Da Castelvetro di Modena a Genova. 250 km, 5 giorni. Effettuato nel 2009.
“Siamo partiti in treno con gli zaini – racconta Francesco – L’idea era quella di tornare indietro pedalando fino a Genova, ma il tandem era talmente sfasciato e arrugginito che abbiamo dovuto fare il primo pezzo a piedi e fermarci a Modena per sistemare almeno le cose più urgenti. C’erano addirittura le api nel sellino (!)”.

Lo hanno comprato grigiastro, da mettere a posto, vecchissimo, scassato; un tandem (quasi) normale, smontato, a pezzi. Con tutte le cure più amorevoli lo hanno rimesso in sesto, cambiato i pezzi irrecuperabili, ridipinto (adesso è arancione metallizzato), ribattezzato Orione e caricato con le sacche da viaggio.
Il secondo viaggio, nel 2010 è già più impegnativo: da Alicante a Gibilterra, 800 km.
Poi: Mantova-San Marino (Settembre 2010), Patrasso-Kalamata (Grecia, estate 2015).
Ma i ragazzi sono già pronti per ripartire! Questa volta, finalmente, verso la loro meta più ambita.

Vi aspettiamo sabato 12/3 a Palazzo Verde ore 16!

0

Le pillole del CicloRiparo: “La postura in bici”

Domenica 9 giugno, al CicloRiparo @Ombre Rosse di Piazza Ragazzi (vico indoratori), dalle ore 16, gli esperti ciclomeccanici parleranno di un argomento fondamentale:  “La postura in bici”.
Siete stufi di salire in bici “alla bersagliera”?
Sapete azzeccare la taglia dei jeans ma non quella della vostra MTB?
Siete più inclini al colpo della strega piuttosto che a quello di pedale?
Non sapete come montare la sella e preferite restare in poltrona?
Pedalare in città per voi è fare “spinning”?

Con l’estate, arriva la stagione della bici. Quanti, dopo un giretto in bici, soffrono di mal di schiena o di gambe, qualcuno ha pure il torcicollo. Il motivo è perchè non si ha una corretta postura in bicicletta. Una cattiva posizione mentre si pedala rende la bicicletta antipatica e la si abbandona in cantina.

Ma con le dispense dei cicloriparatori e i consigli personali che verranno dati ai partecipanti, ogni ciclista troverà posizione migliore in sella: che sia sportivo, comodo, ciclourbano o pistard. Piccoli accorgimenti, regole ferree, curiosità che fanno risparmiare tanta fatica e tanto Aulin.

Anche chi vuole imparare troverà un corso di alfabetizzazione ciclistica destinato a chi non sa pedalare: sono ancora molti!

Domenica 9 giugno in Piazza Ragazzi si parlerà di questo assieme alle consuete cicloriparazioni.
Appuntamento dalle 16 in poi.
Alle 18, accomodatevi in piazza Ragazzi, prendete un aperitivo da Ombre Rosse e seguite la pillola del cicloriparo!